Home / formazione del personale / 4 consigli per implementare una strategia di elearning

4 consigli per implementare una strategia di elearning

e-learning-3734521__340-min.jpg
È importante definire lo scopo di un corso e creare una strategia di eLearning personalizzata. Scopri come potrai implementare una strategia di eLearning grazie a 4 consigli contenuti nel nostro articolo.   Iniziamo col dire che non esistono due corsi di eLearning uguali. Ogni corso si basa su esigenze di apprendimento uniche. Pertanto, è importante definire lo scopo del corso e creare una strategia di eLearning personalizzata. Una strategia di eLearning aziendale è semplicemente un piano che spiega come procedere con la diffusione dell’apprendimento. Inizia con la definizione di obiettivi mirati e l’individuazione delle azioni necessarie per raggiungere gli obiettivi. Il piano include anche risorse, dispositivi e tecniche specifiche che il team di sviluppo utilizzerà per raggiungere questi obiettivi.   Domande cui devi rispondere per creare una strategia di elearning aziendale.
  1. Cosa vuoi ottenere con la formazione online?
È necessario valutare la necessità dell’e-learning. Qual è l’obiettivo finale? A meno che tu non abbia in mente un obiettivo finale, la tua strategia fallirà sicuramente. Valuta gli obiettivi a breve termine e quelli a lungo termine. Gli obiettivi devono essere specifici e misurabili. Dovrebbero avere un impatto diretto sugli obiettivi dell’organizzazione alla quale si rivolge il corso. Inizia con gli aspetti del corso assolutamente necessari e quindi definisci il loro ambito. Concentrati su 2 o 3 skills  o competenze chiave che lo studente dovrà assolutamente apprendere e acquisire con padronanza al termine del corso. L’obiettivo della formazione online potrebbe essere quello di diffondere determinate conoscenze su specifici argomenti. Tuttavia, le esigenze organizzative potrebbero richiedere di ridurre i costi di formazione, ad esempio riutilizzando contenuti già esistenti: Il tuo corso deve bilanciare entrambi le esigenze, quella dell’economicità e quella dell’originalità e dell’efficacia del corso online.
  1. Che cosa sai del pubblico destinatario del tuo corso online?
Per chi stai creando il corso eLearning? Quanto ne sai veramente di loro? Se vuoi che il tuo e-learning abbia successo, devi conoscere bene il tuo pubblico di destinazione. Solo allora il tuo modulo sarà perfettamente modellato sulle esigenze degli studenti. Hai bisogno di sapere ciò che i tuoi studenti già conoscono e cosa si aspettano di ottenere dall’apprendimento. Valuta il loro livello di istruzione, know-how tecnico, conoscenze esistenti e ruoli professionali. Quindi, stabilisci a che altezza dovrai porre l’asticella e quale grado di conoscenza desideri che i tuoi studenti raggiungano al termine del corso online. Una volta identificato il divario fra punto di partenza e livello di conoscenza finale desiderato,  sarai in grado di stabilire quali sono i contenuti specifici che dovrai includere nel corso elearning.  Ricorda che la formazione che erogherai avrà tanto più successo quanto più conosci ciò che è rilevante per il tuo pubblico di destinazione. Se si desidera che gli obiettivi di apprendimento vengano raggiunti, occorre sapere ciò di cui gli studenti hanno bisogno in termini di formazione. E occorre naturalmente farlo prima di immergersi nella creazione dei contenuti del corso. È possibile ottenere input importanti dagli studenti attraverso interviste informali, sondaggi e questionari.  
  1. Qual è il metodo di valutazione?
La maggior parte dei corsi di eLearning si conclude con i classici quiz per valutare il livello di apprendimento dello studente. Ma assicurati che il tuo criterio di valutazione sia allineato con ciò che vuoi misurare. Ci sono 3 aree principali da valutare: memorizzazione di nozioni apprese, comprensione concettuale e capacità di applicare le conoscenze. Nella maggior parte dei corsi è necessario valutare tutte e tre le aree, in alcuni è sufficiente valutarne due, in altri solamente una. Esistono diverse tecniche da utilizzare per ciascuna. Ad esempio, è possibile utilizzare domande a scelta multipla per valutare la memorizzazione di conoscenze specifiche. Invece discussioni e domande aperte sono indicate per testare la comprensione concettuale. Le attività pratiche sono consigliate per capire se gli studenti sono  in grado di applicare materialmente ciò che hanno appreso. Ci sono poi alcuni altri fattori da tenere a mente. Ad esempio, come verificare che tutti completino gli argomenti? Come monitorare la partecipazione e i progressi? Quanti errori sono ammessi in fase di test? Quale dovrebbe essere il punteggio minimo da raggiungere? Le domande hanno tutte lo stesso peso e ci sono delle penalizzazioni in caso di mancata risposta? Pondera bene questi ultimi aspetti perché in base alle regole che stabilisci, può variare e di molto la valutazione finale del singolo studente.
  1. Come “commercializzare” il corso?
La tua strategia di formazione online dovrebbe includere anche un buon piano di marketing. Come informerai i potenziali studenti del tuo nuovo corso online? Come li convincerai a parteciparvi? Condividi i messaggi di marketing attraverso canali che i tuoi studenti usano più frequentemente: una campagna email, i social network, oppure volantinaggio presso università, sedi aziendali e associazioni di categoria. Quanto più conosci il pubblico target cui il tuo corso è rivolto, tanto più sarai in grado di utilizzare gli strumenti più adatti per pubblicizzarlo. Più conosci le esigenze dei tuoi studenti, più fortuna avrai a raggiungerlo e a proporre loro ciò di cui hanno bisogno. Chiaramente, indica bene quello che puoi offrire col tuo corso elearning, quello che lo differenzia dagli altri, in che modo il corso può aiutarli a raggiungere il loro obiettivo. Le tue tattiche di marketing dovranno convincere gli studenti che il corso varrà il tempo che gli dedicheranno  e, in alcuni casi, anche i loro soldi. A tale proposito potresti considerare l’idea di offrire una prima lezione gratuita di prova. Ci possono infatti essere persone che sono restie all’apprendimento online perché non sono sicure di potersela cavare con facilità con la tecnologia utilizzata nell’elearning. Se fornisci loro una demo gratuita, potranno provarla prima di decidere, valutando la bontà del corso e la facilità d’uso degli strumenti tecnici utilizzati. Ma la cosa più importante è di ricordarsi sempre di creare elearning personalizzati, progettati esclusivamente per gli obiettivi del pubblico destinatario e adattato alle sue specifiche esigenze. Se pensi che un corso di elearning abbia delle ulteriori caratteristiche e delle peculiarità di cui non abbiamo parlato, perché non ce ne parli? Ritieni che ci siano degli aspetti che non abbiamo trattato? Faccelo sapere scrivendo qui.  

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *